Trieste: una «città mentale» nei disegni di Vanna Vinci

«Trieste è una porta su ricordi che non si vogliono ricordare…»: così, tra le pagine di Aida al confine, il fantasma di Nino descrive il capoluogo giuliano nel graphic novel di Vanna Vinci. Trieste è un amore di cui è facile ammalarsi; non è raro che chi la visita ne rimanga affascinato a tal punto da … Leggi tutto Trieste: una «città mentale» nei disegni di Vanna Vinci

Annunci

Tramonti a nord est: Trieste, città nascosta

«Trieste è una donna», scrive Maurizio Silvestri; lo è a tutte le ore di tutte le stagioni, ma in particolare nelle mattine di primavera. Sapendo scegliere il giusto punto panoramico, si potrebbero raccogliere in un solo sguardo l’Istria, il Quarnero, Grado, Venezia, e addirittura la Dalmazia; si potrebbero anche individuare il Castello di Miramare e … Leggi tutto Tramonti a nord est: Trieste, città nascosta

Un museo immaginario per combattere il silenzio della calce

Lei, Luisa, è la giovane donna affidataria del progetto di un Museo della Guerra, commissionatole dalla Fondazione e dall'Assessorato alla Cultura del Comune: il suo compito è quello di domare una gran quantità di materiale eterogeneo, comprendente cimeli, armi e libri. Realizzare un museo è un'azione di grande responsabilità, perché significa modificare il passato, riscriverlo. … Leggi tutto Un museo immaginario per combattere il silenzio della calce