Amore e pace senza ricordi, il fantasy di Ishiguro

Defamiliarizzare il familiare, ovvero Il gigante sepolto, il più recente romanzo di Ishiguro, Nobel 2017. Storia del viaggio di due coniugi e della pace di due popoli, storia avvolta da una nebbia, un sortilegio che cancella la memoria voluto da re Artù… Vincitore del premio Nobel per la letteratura 2017, Kazuo Ishiguro con il suo … Leggi tutto Amore e pace senza ricordi, il fantasy di Ishiguro

Annunci

La misura narrativa perfetta in otto racconti di Julio Cortázar

Un fantasma dalle fattezze reali sente la necessità di scrivere, lontano dagli sguardi delle infermiere, e lo fa per dimenticare il dolore, perché la scrittura può avere anche un effetto taumaturgico, dà l'illusione di vivere più a lungo, se non nel proprio corpo, almeno nel ricordo degli altri. «Bisogna dire che il coraggio di Liliana … Leggi tutto La misura narrativa perfetta in otto racconti di Julio Cortázar

Raymond Queneau e il genere poliziesco smontato

Pierrot è il nome francese di una maschera italiana nata nell'ambito della Commedia dell'Arte: le sue iniziali caratteristiche di astuzia vengono presto rimpiazzate da quelle opposte, di innamorato sfortunato e sciocco che ha analogie con la luna. Pierrot amico mio di Raymond Queneau si riallaccia alla tradizione francese; nell'epilogo, questo testo è definito dall'io narrante … Leggi tutto Raymond Queneau e il genere poliziesco smontato

La questione di esserci, in un tempo senza scelte

Ha da poco invaso le librerie il nuovo saggio di Paolo Di Paolo, Tempo senza scelte (Einaudi), che porta avanti un discorso già affrontato, in chiave romanzesca, in Dove eravate tutti (2011) e Mandami tanta vita (2013), ma anche sotto una luce più attuale ne L'Italia nel pomeriggio (2014). Sostiene Di Paolo che Tempo senza scelte sia un libro nato … Leggi tutto La questione di esserci, in un tempo senza scelte

La nemesi di Philip Roth: una diseducazione religiosa

Generalmente si parla di educazione sentimentale che, sulla scia di Flaubert, è diventata quasi un modo di dire; in questo romanzo, si può forse parlare di educazione religiosa o, meglio, di diseducazione religiosa, i cui esiti non sono prevedibili. Nemesi è l'ultimo romanzo di Philip Roth prima dell’addio alla scrittura. La nemesi è la vendetta … Leggi tutto La nemesi di Philip Roth: una diseducazione religiosa

Scrivere senza trucchi: la lezione di Raymond Carver

Si prendano quattro schede sei-per-dodici, che poi saranno attaccate alla parete. Sulla prima si scriva: «Una fondamentale accuratezza d'espressione è il solo e unico principio morale della scrittura» (Ezra Pound). Sulla seconda: «... e all'improvviso tutto gli fu chiaro» (Anton Čechov). Sulla terza: «Niente trucchi da quattro soldi» (Geoffrey Wolff). E, infine, sull'ultima: «Non c'è … Leggi tutto Scrivere senza trucchi: la lezione di Raymond Carver